Home

PostHeaderIcon Thenay 2013 diario di bordo.

Quattro uomini in camper e una Parisienne al 4L International di Thanay (FR)

  DSC0100

02 luglio 2013
Se qualcuno si chiedesse come è iniziata la nostra avventura, be', la risposta più ovvia come nella maggior parte delle situazioni è quella giusta: con una grigliata.

Guarda tutte le immagini del 4L International 2013

panor

 Il video

 


Un martedì sera di  una neanche troppo calda giornata di luglio si incontrano a casa del buon  DSC0006Khit il sottoscritto, il padrone di casa con la prole, un Cinghiale (ad alcuni noto come Erre4Garage, o Cri) di passaggio.  
Invano la brace ha atteso gli arrosticini di Barone Rosso, che s'è presentato con un paio d'ore di ritardo canonico .
Partono un paio di bocce di vino, si chiacchiera fino a notte fonda, si fa la conoscenza del simpaticissimo Davide, il Cinghiale va a lavorare (non necessariamente in quest'ordine) e ad una certa si va a dormire, tutti eccitati perchè la partenza della mattina a seguire!

03 luglio 2013
Infatti, nonostante la comodità del divano di Khit, dormo pochissimo e il giorno dopo neanche la doccia è riuscita a togliermi di dosso due occhiaie lunghe come un sipario.
Khit ci tiene una breve conferenza sulla filosofia del viaggio in camper, e poi si rende conto di non aver riempito d'acqua il serbatoio. Procediamo negli ultimi preparativi, stipiamo le vivande nel frigo e si parte.   DSC0001
Mappa della Francia aperta sul cruscotto del camper a mo' di tovaglia, senso dell'orientamento ben all'erta... Prima sosta dopo dieci minuti, per il pieno e la foto di rito, poi si imbocca la e45 e via: verso l'infinito ed oltre.
Il pranzo sarà un assaggio di cosa costituirà la nostra dieta stretta durante questi giorni: pastasciutta nella misura di mezzo kg in quattro condita col pesto di Khit (pestato a  mano nel mortaio di pietra ) o con i sughi che la santadonna di Teresa ci ha bellamente lasciato pronti in dispensa, salamini, formaggi vari, vino e birra. Friselle, verdure grigliate e ammennicoli vari ci aiutano a reggere psicologicamente l'attesa, mentre l'acqua cerca di raggiungere il bollore.
A cena siamo da Anna: ovviamente il navigatore sbaglia a farsi capire e ci fa confondere le uscite dell'autostrada, ma alla fine riusciamo ad  DSC0029abbracciarci e Boris (il pony diversamente simpatico della zAnna), per la felicità a momenti c'azzoppa il webmaster (khit) con una doppietta ben piazzata .
Siccome si dà il caso che sia anche il compleanno del sottoscritto, al termine di una cena Luculliana di cui ricordo ancora con le lacrime agli occhi un piatto di pere e formaggio, mi attende pure una candelina da spegnere.

Due volte. I flash non sono mai pronti al momento giusto. Sono quasi commosso. O forse è il fumo delle candeline negli occhi.
Anche gli arrosticini trovano degna fine sul campo di battaglia, Fedro sembra un San Sebastiano con tutti quegli spiedini che spuntano ovunque.  DSC0030 Khit si esibisce più volte in una fallimentare imitazione della pubblicità dell'olio Cuore nel tentativo di entrare in casa di Anna attraverso le barricate anti-pony.
(NDR: effettivamente quella sera a casa di Anna Isca dopo il pony assassino le zanzare assatanate e l'entrata alla Fosbury ho capito  cosa vuol dire vivere una vita spericolata).Prima notte in camper, nel parcheggio delle scuole, poi di nuovo da Anna a scroccare una doccia e via. La strada è lunga e le tappe molte, impegnative per altro (più per il fegato che per il resto del corpo...).


04 luglio 2013
La prima tappa è breve: a Torino ci si incontra con Davide, che si gode la visione della Parisienne e la affianca alla sua Gordini per una delle innumerevoli foto di rito che ci attendono.   DSC0070
Nel frattempo l'acqua bolle, i salamini scalpitano... A fine pasto viene perfino sfoderata una squisita crostata; ne spazzoliamo metà e la restante parte ci farà compagnia per le colazioni future. In pratica un quinto compagno di viaggio.
Ci si rimette pigramente in cammino. L'itinerario francese ha una sola parola d'ordine: evitare le autostrade. Sono carissime, e le strade statali, di contro, sono molto più belle delle nostre. Decidiamo di evitare Lione e tagliamo leggermente più a Nord. Ce la siamo presa comoda, è tardi e la strada ancora molta... Se riusciamo ad arrivare a Colmac in serata siamo a cavallo.  DSC0084 Frejus, a noi due! L'aria nel traforo è calda e irrespirabile. Il balzello alquanto salato. Si passa dall'altra parte e sembra già un altro mondo. Aria di Francia. Direzione Chambery.

Ogni paese che passiamo Khit cerca angoletti caratteristici in cui fotografare la Parigina, ma ogni volta li vediamo dopo averli già superati. Il viaggio procede senza intoppi tra un rifornimento e l'altro, pausa cena e anche piccola guidata notturna. Si dorme in un'area di sosta che sembra veramente un piccolo giardino...

05 luglio 2013

Il panorama francese è deprimente per noi: laddove siamo abituati a vedere cemento e sterpaglie a bordo strada, qui ci sono muretti a secco ed aiuole fiorite, prati tagliati ed alberature curate.
Avvicinandoci siamo stati sorpassati da una f4 dell'organizzazione, poi più nessun avvistamento. Speriamo non sia un brutto segno! 21273862 o
La maggior parte della strada è fatta, non dobbiamo far altro che arrivare a Thenay verso le 17 per entrare impunemente al raduno e parcheggiare il camper per la notte. Ci si ferma poco prima per pulire la parisienne col Vetril per farla entrare bella linda e pinta ed abbagliare gli sguardi degli avventori ignari!


 DSC0114 Non appena superiamo le barriere burocratiche dell'ingresso e dell'iscrizione, veniamo placcati dai fotografi del 4L magazine che chiedono al buon Khit di fare due foto alla Parisienne... Due ore! Due ore sotto lo scoppio del sole a fare foto nelle pose più disparate! Nel frattempo arriva anche Juan, amico spagnolo che ha restaurato una parigina identica alla nostra  ma su base di una seconda serie e con tetto apribile.  DSC0193 Occasione ghiotta per i fotografi, che iniziano a far foto alle due sorelline... Ne usciamo con un paio di bottiglie di vino spagnolo, gentile omaggio di Juan, ed una mezza insolazione.
Incontriamo poi il resto della delegazione italiana non ufficiale, l'onnipresente Amedeo, Paolo di Busseto e Marco(Quatrelle57).
Quale occasione migliore per cenare in compagnia? Sia mai che le nostre mandibole perdano l'allenamento!

 DSC0129  DSC0124 

06 e 07 luglio 2013
Le giornate al raduno trascorrono velocemente come tutte le situazioni piacevoli; tempo idilliaco, buona compagnia, curiosità dietro ogni angolo... La nostra piazzola è un po' sfortunata, siamo vicini al gruppo dei ragazzi/rallysti/sgommo-e-sgaso-tutto-il-giorno-perchè-la-benzina-me-la-regalano, baccano e goliardate tutta la notte; ma me le devono raccontare, perchè col sonno di piombo che mi ritrovo non sento nulla!  DSC0183
Le auto esposte sono molte, alcune già note e famose tramite Facebook o già viste nelle passate edizioni, elaborazioni recenti, modelli rari e fedeli riproduzioni.
Non mancano gli stand dei ricambisti, dall'organizzatissimo Melun Retro Passion alle bancarelle improvvisate dei singoli radunisti che vendono pezzi usati. Qui do il meglio di me, sperperando i miei averi in un'ondata di shopping compulsivo, trascinando nel mio delirio il  buon Paolo che con pazienza mi segue in qualità di consulente tecnico.  DSC0501
La domenica prima di pranzo, sul cofano della Parisienne appare la sorpresa: la nomination per la top ten... eccitazione e felicità; purtroppo Juan è partito troppo presto per ricevere la sua nomination... due Parisienne in top ten sarebbero state il massimo.  DSC0373
Dopo pranzo ci si mette in posizione per sfilare davanti al palco e ricevere il premio dal presidente di Renault Classic, dopo qualche domanda di rito e un breve discorso  
introduttivo. Sotto lo scoppio del sole. Siamo ultimi. Ho creduto seriamente di stare sciogliendomi e di non sopravvivere. Invece siamo arrivati sani e salvi fino all'incontro finale: il mio ruolo di  
traduttore ufficiale si rivela superfluo, il presentatore capisce abbastanza bene, Khit si aiuta col linguaggio dei gesti ed alla fine dei giochi la mia presenza è servita solo a scroccare il bacio della valletta. Scusate se è poco!  DSC0462
A questo punto non possiamo tergiversare oltre, bisogna raccogliere armi e bagagli e partire verso casa. Salutiamo i nostri amici vecchi e nuovi, carichiamo il camper e si ripercorre il tragitto a ritroso.

 

8 e 9 luglio 2013

 DSC0202 Il viaggio del ritorno è triste rispetto a quello dell'andata. Attraversiamo gli stessi bei posti, ma lo spirito è diverso: non più l'eccitazione dell'andata, ma la rassegnazione del ritorno. Abbiamo con noi tanti bei ricordi, molte soddisfazioni, parecchi ricambi (ehm-ehm). Ma l'avventura è terminata.
Nulla però ci vieta di continuare a saccheggiare i negozi locali per i nostri luculliani pranzi in camper.
Si ripassa dal Frejus e già lunedì sera siamo di nuovo a scroccare la cena da Anna.
 (NDR: evvai con il dribbling dell'equino le sberle alle zanzare e al posto del Fosbury stavolta ho deciso che era meglio provare il ventrale, purtroppo con scarsi risultati).
E ne abbiamo di cose da raccontare! Anche il simpatico Boris sembra ormai rassegnato ad averci fra le scatole e neanche è più molto aggressivo.

 DSC0489  DSC0490
L'indomani l'ultima tappa, che sancirà il nostro ritorno alla quotidianità (con un giorno d'anticipo sulla tabella di marcia, siamo stati proprio bravi!) e la separazione delle nostre vie. Per un po'.
Il prossimo raduno non è lontano...

 

 

 

 

e-max.it: your social media marketing partner
 

Commenti   

 
0 #10 baronerosso 2013-08-17 09:15
Comunque era ora che una vettura Italiana vincesse l'ambito trofeo
Devo ringraziare il Grande Khit che mi ha dato l'opportunità di essere testimone di questa "storica" avventura.
Per me il premio maggiore è stato guidare la Parisienne per tutta la francia lungo le sue splendide statali attraversando magnifici paesini "risvegliati" dal nostro sorprendevole passaggio.
Un viaggio indietro nel tempo. . . . .
 
 
+3 #9 juanlu4l 2013-08-11 20:38
Efectivamente hubiera sido un expectaculo ver a los dos parisienne en el top10.
Lamentablemente nos entraron las prisas y marchamos.
Que tal para el 2015?
Un saludo Andrea e Alexandro, un placer conocerles.
 
 
+3 #8 r4orange 2013-08-11 14:09
Un supercompliment one al grande Khit, che oltre ad aver fatto un mega lavoro sulla Calabrisienne, invece che tenerla su di un piedistallo come in molti farebbero, la fa galoppare. E di brutto pure
Mitttico
 
 
0 #7 r4orange 2013-08-11 14:06
Io penso che non lo vincerò mai un premio del 4L Magazine :P
 
 
0 #6 alfy 2013-08-09 22:02
pure io voglio la foto sulla Parisienne :P
 
 
0 #5 khitarro 2013-08-08 22:42
Citazione zannaisca:
Belli, bravi e simpatici! Boris vi manda i saluti... ::Z


Anche io mando i saluti a Boris ::N
 
 
0 #4 zannaisca 2013-08-08 04:51
Belli, bravi e simpatici! Boris vi manda i saluti... ::Z
 
 
0 #3 khitarro 2013-08-07 23:15
Citazione giulietto:
come al solito la fretta è cattiva consigliera ed il correttore ortografico inadeguato: ovviamente volevo scrivere "da un po'" e non "sa un po'" ma qui non si può correggere...!


L'articolo l'ha scritto Azazello.
Il tuo errore l'ho corretto io (adesso però ::BLEA vai a cliccare "grazie" per me )
 
 
0 #2 giulietto 2013-08-07 23:11
come al solito la fretta è cattiva consigliera ed il correttore ortografico inadeguato: ovviamente volevo scrivere "da un po'" e non "sa un po'" ma qui non si può correggere...!
 
 
+1 #1 giulietto 2013-08-07 23:09
ma quanto cavolo hai scritto?!

plaudo al reportage ed all'idea della news letter che da un po' ci aveva abbandonato!

(adesso vado a cliccare "grazie" su tutti i post di khit!)
 
Registro Renault 4

logo3

Accedi o Registrati
Calendario eventi
<<  Maggio 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930  
Mercatino News
VENDO PONTE POSTERIORE F4
Auto (16.05.2019)
Cerchio originale per Renault R4
Carrozzeria (09.05.2019)
alloggio poggia testa per sedile
Interni (06.05.2019)
3 griglie anteriori anni 60 80
Carrozzeria (04.05.2019)
manuale per la riparazione R4
Accessori (04.05.2019)


 
= Ad with Photo
MERCATINO

 carrello